Home / Cessione del quinto BNT Banca

Cessione del quinto BNT Banca

BNT - Banca Popolare di Sondrio: perché sceglierla

Nata poco più di 15 anni fa come società partecipata da importanti banche e istituti finanziari del Paese, la Banca Nuova Terra (BNT) si dedica all’erogazione del credito a favore del settore industriale e di quello agricolo (come anche il nome lascia intuire) in particolar modo sulla cessione del quinto BNT. L’acquisizione totale, nel 2017, da parte della Banca Popolare di Sondrio non ha mutato la vocazione originaria della BNT.

Amico Quinto BNT: che cos’è e come funziona

Nell’ampio ventaglio degli strumenti finanziari proposti la cessione del quinto BNT con la formula ’Amico Quinto’ si rivela una soluzione particolarmente indicata per i lavoratori e pensionati del comparto agroindustriale che percepiscono un reddito fisso.

Si tratta della cessione del quinto BNT: una particolare tipologia di prestito personale, messa a disposizione (solo) di lavoratori dipendenti e pensionati. Un finanziamento di durata compresa fra un minimo di 24 mesi e un massimo di 10 anni, da ripagarsi con rate mensili di importo fisso, non superiori ciascuna al 20% (⅕, per l’appunto) dello stipendio o della pensione percepiti.

cessione del quinto

Cessione del quinto BNT Banca

Amico Quinto - Scopri i suoi vantaggi

Accessibile soltanto a coloro che ricevono una paga fissa a fine mese − sia questa uno stipendio da lavoro dipendente oppure una pensione −, il prestito con la formula della cessione del quinto BNT prevede che la banca trattenga direttamente dal mensile del beneficiario le rate di rimborso del finanziamento. Proprio per il basso livello di rischio intrinseco, la cessione del quinto rappresenta dunque una soluzione finanziaria estremamente facile da ottenere per chi gode di un reddito fisso e necessita di liquidità immediata. Inoltre, la trattenuta alla fonte delle rate di rimborso − di importo invariabile − risulta particolarmente comoda anche per il soggetto finanziato, che non dovrà così recarsi in banca o all’ufficio postale una volta al mese per effettuare i dovuti versamenti. 

Un altro vantaggio della cessione del quinto di BNT rispetto ai prestiti personali “comuni” consiste, poi, nel fatto di prevedere un tetto massimo più elevato per l’importo erogabile (di norma, 75.000 euro contro 30.000). E parlando di pensionati, è più alto anche il limite di età per poter accedere al finanziamento. Ancora, trattandosi appunto di un prestito altamente sicuro per la banca, viene concesso di norma anche ai soggetti protestati o iscritti nel registro dei cattivi pagatori.

 Infine, essendo la cessione del quinto dello stipendio (o pensione) un prestito non finalizzato, non occorre che il richiedente dichiari quale uso intende fare della somma concessa. Ma vediamo in modo più dettagliato caratteristiche e peculiarità di questa forma di prestito, rispettivamente per la categoria dei lavoratori attivi e di quelli a riposo.

Cessione del Quinto BNT per i lavoratori dipendenti

Come detto, il finanziamento con cessione del quinto BNT rappresenta uno strumento agile e veloce per ottenere pronta liquidità se sei un lavoratore dipendente. In particolare, l’istruttoria per la concessione del prestito scorre oltremodo rapida e senza intoppi per i dipendenti delle amministrazioni pubbliche a tempo indeterminato. Per quanto riguarda, invece, i lavoratori impiegati in aziende private, i tempi della pratica tendono ad allungarsi un pochino per consentire alla banca o alla finanziaria di condurre una rapida indagine sulla solidità dell’impresa datrice di lavoro: una volta accertata tale condizione, il prestito viene erogato senza problemi né particolari vincoli. Infine, quando il soggetto richiedente è un lavoratore subordinato con contratto a tempo determinato, si richiede generalmente che il finanziamento venga restituito entro la scadenza del contratto di lavoro.

Cessione del quinto dipendenti pubblici simulazione

In questa simulazione prendiamo come esempio un dipendente pubblico  di 45 anni, con 10 anni di servizio e uno stipendio annuo di 29.000€. Il prestito richiesto e’ di 15.000€ e le rate 120 mesi.

 

Importo: 15.000€

Rate: 120 mesi

Valore Rata: 166€

TAN: 5,95%

TAEG: 6,55%

Totale: 19.920€

cessione del quinto

Cessione del quinto dipendenti privati simulazione

Nelle stesse condizioni che abbiamo visto qui sopra per il preventivo al dipendente pubblico di seguito troviamo un esempio di preventivo per un dipendente di un azienda privata.

 

Importo: 15.000€

Rate: 120 mesi

Valore Rata: 209€

TAN: 9,30%

TAEG: 11,50%

Totale: 25.080€

cessione del quinto dipendenti

Cessione del quinto BNT pensionati

Anche le persone che percepiscono una pensione troveranno vantaggioso ricorrere alla cessione del quinto BNT, quando necessitano di maggiore disponibilità economica per sostenere spese impreviste o voluttuarie. Innanzitutto − come accennato sopra − perché tale formula permette l’accesso al credito anche in un’età piuttosto avanzata: la maggior parte degli istituti di credito fissa, infatti, a 85 anni la soglia anagrafica massima per poter beneficiare di tale erogazione. Ciò significa, per esempio, che un 83enne potrà ottenere un finanziamento con cessione del quinto per un periodo non superiore ai 24 mesi. E poi, anche i pensionati potranno giovare delle comode e “spensierate” modalità di pagamento del prestito − mediante prelievo delle rate alla fonte, direttamente sul cedolino della pensione.

Cessione del quinto pensionati simulazione BNT Banca

 

Importo: 15.000€

Rate: 120 mesi

Valore Rata: 183€

TAN: 7,20%

TAEG: 8.30%

Totale: 21.960€

cessione del quinto IBL

Vincolo del TFR sulla Cessione del Quinto

L’essere percettori di un mensile fisso − stipendio o pensione − rappresenta già di per sé una solida garanzia di solvibilità per le banche e gli enti che accordano la c.d. cessione del quinto. A corroborare questa forma di garanzia concorre, poi, nel caso dei soggetti lavoratori, la maturazione del TFR: nell’eventualità che il beneficiario del prestito si licenzi volontariamente, il suo ex datore di lavoro dovrà trattenere dal trattamento di fine rapporto l’importo necessario a ripagare il finanziamento. Il vincolo sul TFR costituisce in questo caso la sola garanzia del finanziamento per Banca Nuova Terra, che non chiede ai propri Clienti la sottoscrizione di alcuna polizza assicurativa a sostegno della domanda di cessione del quinto.